Involucro edilizio longevo con la lana di roccia che rimane stabile nella forma

Intervista a Tony Spirig

Tony Spirig

È da alcuni anni che Tony Spirig si occupa di facciate. Per lui è importante che la facciata sia in armonia con l’edificio. Ha approfondito il suo know-how lavorando presso aziende rinomate nella regione di Basilea e in qualità di titolare della SPIRIG Fassaden GmbH costituita nel 2002. Tony Spirig ha perfezionato il proprio mestiere di artigiano dedicandosi a intonaci storici e antichi e ha instaurato una stretta collaborazione con la soprintendenza ai monumenti storici di vari Cantoni.

Lei fornisce consulenza e supporto in materia di intonaci e sistemi di coibentazione per facciate. Chi sono i Suoi clienti?
Flumroc AG
Fra i miei clienti annovero proprietari immobiliari privati, cooperative, enti pubblici come i Cantoni, i Comuni e la sovrintendenza ai monumenti storici, ma anche architetti e direzioni dei lavori. Anche la supervisione in fase di esecuzione rientra nella mia sfera di competenze. Questo significa che devo controllare la corretta posa in opera dei pannelli isolanti, la corretta disposizione dei tasselli e gli spessori degli strati.
Tony Spirig
Tony Spirig
Perché è importante coordinare i colori, le strutture, i materiali e le finiture superficiali?
Flumroc AG
Le superfici delle facciate si presentano in modo completamente diverso a seconda della loro struttura, delle granulometrie, della lavorazione e nell’interazione con vari colori. Così a ogni edificio viene conferito un aspetto individuale. Il look può variare parecchio anche in funzione della tecnica di lavorazione dell’intonaco adottata.
Tony Spirig
Tony Spirig
Che ruolo svolge la scelta della coibentazione termica giusta?
Flumroc AG
La scelta della coibentazione giusta è decisiva per arrivare a risultati qualitativi eccellenti. Con una coibentazione di scarsa qualità l’addetto ai lavori non è in grado di realizzare una facciata pulita e a regola d’arte. In particolare quando vengono utilizzati intonaci speciali, come l’intonaco graffiato o lavato, si deve lavorare con una cura e una precisione ancora maggiori. Ma anche con gli intonaci normali è importante scegliere un pannello isolante di alta qualità e posarlo in opera correttamente, perché solo così il cliente resterà a lungo soddisfatto della nuova facciata
Tony Spirig
Tony Spirig
La lana di roccia Flumroc coniuga sei talenti: uno di questi è la stabilità di forma. Quanto è importante la stabilità di forma per un involucro edilizio di alta qualità?
Flumroc AG
A causa delle escursioni termiche in parte elevate sulla superficie della facciata dovute all’irraggiamento solare durante le ore diurne e al raffreddamento durante le ore notturne, le sollecitazioni termomeccaniche sull’intonaco e sul sottostante pannello isolante non sono indifferenti. Solo un materiale di coibentazione più stabile possibile nella forma può superare questi cicli senza subire danni nel lungo periodo. Grazie alla stabilità di forma dei pannelli isolanti, l’imprenditore è in grado di fornire un lavoro eseguito a regola d’arte e durevole nel tempo, che farà a lungo piacere alla committenza. I migliori materiali possono dirsi validi solo se lo è anche l’operatore incaricato di eseguire il lavoro. Anche qui la qualità è molto importante, e non dovrebbe essere decisivo solo il prezzo.
Tony Spirig
Tony Spirig
Quali altri talenti apprezza della lana di roccia Flumroc per l’involucro edilizio?
Flumroc AG
Secondo me sono importanti tutti e sei i talenti dei pannelli isolanti Flumroc. A mio avviso gli aspetti principali sono tuttavia la protezione antincendio, la stabilità di forma e il rispetto dell’ambiente. La fabbricazione in Svizzera e di conseguenza le brevi vie di trasporto ne sono due aspetti importanti.
Tony Spirig
Tony Spirig
Grazie mille per l'intervista.
Flumroc AG

Lana di roccia Flumroc vanta una stabilità di forma vicina al 100 %

L’involucro dell'edificio deve resistere a tutti gli agenti atmosferici. Oltre che all’umidità causata dalla pioggia o dalla neve, la coibentazione termica esterna provvista di intonaco è esposta all’irraggiamento solare senza alcuna protezione. La superficie dello strato di intonaco e anche lo strato isolante immediatamente al di sotto di esso vengono fortemente riscaldati d urante il giorno. At ramonto l’aria esterna si raffredda e la temperatura scende spesso sotto lo zero. Soprattutto nel periodo a cavallo tra l’inverno e la primavera si verificano escursioni termiche che possono arrivare ai 60 °C. Per loro natura, i vari materiali si dilatano e si contraggono in misura più o meno pronunciata al variare della temperatura.

Su incarico della Flumroc, l’Istituto dei sistemi energetici dell’Università interstatale di scienze applicate di Buchs SG (NTB) ha condotto una serie di prove al fine di misurare la dilatazione causata dalle escursioni termiche. Sono stati testati cinque pannelli reperibili in commercio realizzati con vari materiali e utilizzati per la coibentazione termica esterna provvista di intonaco. I pannelli sono stati esposti a un’escursione termica di 60 °C. La prova ha messo in luce grandi differenze fra le diverse categorie di materiali: i pannelli a base di poliuretano (PUR), poliisocianurato (PIR) o polistirene espanso (EPS) si dilatano molto di più rispetto a quelli in lana di roccia. Il pannello isolante Flumroc COM-PACT PRO ha ottenuto di gran lunga i migliori risultati nella prova di dilatazione termica. In un pannello di un metro di lunghezza la dilatazione massima è di soli 0.3 mm. Altri prodotti hanno fatto registrare valori fino a 3.2 mm.

La forma del pannello isolante Flumroc COMPACT PRO per la coibentazione termica esterna provvista di intonaco rimane quindi stabile quasi al 100 %. Grazie alla contenuta dilatazione termica, in combinazione con pannelli isolanti in lana di roccia è possibile realizzare anche facciate dai colori scuri. La grande stabilità di forma dei pannelli COMPACT PRO è il presupposto ideale per garantire la durata di vita più lunga possibile al sistema di facciata.

Coibentazione termica esterna intonacata
Coibentazione termica esterna intonacata

Il talento naturale per le facciate. COMPACT PRO per la coibentazione termica esterna con intonaco. Vengono presentati i sei vantaggi della lana di roccia per facciate intonacate.

Stabilità di forma
Stabilità di forma

I pannelli in lana di roccia Flumroc sono indeformabili quasi al 100%. Un confronto con i materiali isolanti a base di materie plastiche espanse rivelano enormi differenze a questo riguardo.